Cupola 3.jpgCupola.jpgD'Architettura.jpgPalazzo Reale.jpgSFDP.jpgposte.png
homeenglish

Per informazioni rivolgersi a:

Sig.ra Laura Allagrande

 (email:  Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.  - tel.: 081-2538050 - indirizzo: Palazzo Gravina, via Monteoliveto 3, 2° piano)

 

 Tesi di laurea


L'esame di laurea rappresenta la sintesi dell'attività didattica svolta nel corso dei 5 anni e consiste nella discussione:
• di una tesi elaborata sotto la guida di un relatore, che potrà avere carattere progettuale o teorico sperimentale.

 Per quanto riguarda i relatori:

• ciascun professore titolare di un insegnamento ufficiale contenuto nel manifesto degli Studi del Corso di Laurea può essere relatore di tesi di laurea;
• ciascun professore può seguire un massimo di 7 tesi di laurea nell’ambito di un anno accademico; il docente che ricevesse un numero di richieste superiore a questo numero può selezionare 7 studenti sulla base di criteri personali ma predefiniti (curriculum, colloquio, media-voti etc.)

 Per quanto riguarda i tempi:

• la scelta del relatore avviene all’inizio del secondo semestre (15 feb 15 mar); una seconda sessione di “iscrizioni” sarà aperta tra 15 giugno e 15 luglio (fermo restando il numero massimo di 7 tesi annuali per ciascun relatore);
• per lo svolgimento della tesi sono previsti 12 crediti che permettono di rispettare i tempi dell’anno accademico e consentire così una conclusione regolare della carriera dello studente in corso.

 Per quanto riguarda i temi:

• ciascun professore relatore può presentare una “offerta di laurea”, in forma scritta, entro la data di apertura delle “iscrizioni”; questa offerta va consegnata alla sig.ra Allagrande che la inserisce nel manifesto dell’offerta di laurea;
• ogni altra forma di individuazione dei temi viene lasciata alla libera relazione tra docenti e laureandi, ferma restando la necessità, in sede di discussione, di specificare, la natura di “approfondimento disciplinare” del lavoro di tesi.

 Per quanto riguarda i laureandi:

• hanno diritto ad accedere alla tesi di laurea gli studenti iscritti al 5° anno (o al 6°, 7°, 8° anno in relazione alla durata dei contratti) che stiano frequentando un laboratorio di sintesi finale;
• all’inizio del secondo semestre gli studenti potranno indicare il relatore che intendono scegliere tra tutti i professori titolari di un insegnamento ufficiale contenuto nel manifesto degli Studi del Corso di Laurea, che abbiano o meno resa esplicita la loro “offerta di laurea”.

 Data la limitazione del numero massimo di tesi assegnabile a ciascun relatore, gli studenti saranno invitati a esprimere più preferenze (il riferimento sarà la sig.ra Allagrande), per evitare l’eccessivo allungamento dei tempi di attribuzione.

 

 RICONOSCIMENTO ATTIVITA' SVOLTE ALL'ESTERO

 

Si comunica che il Consiglio di Dipartimento, sulla base delle Linee_guida della SPSB, ha deliberato il riconoscimento di “Attività formative svolte all’estero nell’ambito della prova finale”. [1]

È possibile riconoscere fino a N-1 crediti, dove N è il numero di crediti per la prova finale previsti dal Regolamento Didattico.

Si ricorda ai docenti relatori e agli studenti interessati che le Modalità per il riconoscimento di attività formative svolte all’estero nell’ambito della prova finale prevedono che:

A. per gli studenti che fruiscono di una borsa ERASMUS o equivalenti:

- lo studente debba sottoscrivere il Learning Agreement all’interno del quale deve essere inclusa la voce “Thesis activity” e i relativi crediti;

- la CCD debba ricevere, al fine del riconoscimento, dall’Ufficio Relazioni Internazionali la documentazione a supporto dell’attività svolta.

B. per gli studenti che svolgono la tesi all'estero non in ambito ERASMUS:

- il relatore comunichi PREVENTIVAMENTE al Coordinatore Didattico del Corso di Studi che lo studente svolgerà la tesi all'estero specificando luogo e periodo;

- il relatore comunichi PREVENTIVAMENTE all'Ufficio Affari Generali (dott. Roberto Trabucco) che lo studente svolgerà la tesi all'estero, specificando luogo e periodo. Ciò è indispensabile ai fini della copertura assicurativa;

- la CCD debba ricevere, al fine del riconoscimento, dal relatore comunicazione che le attività si sono regolarmente concluse e proposta inerente il N di crediti di “Thesis activity” da riconoscere, allegando copia della comunicazione dell'Ufficio Affari Generali che dà riscontro della avvenuta attivazione della copertura assicurativa.



[1] CdD del 21.07.2014, e del 30.10.2015, e DP della SPSB del 12.12.2015.

CCD, Commissione di Coordinamento Didattico

Webstaff | Regolamento | Mappa del Sito | © DiARC Dipartimento di Architettura via Toledo, 402 - 80134 Napoli ITALY | fax +39 081 2538717 | P.IVA 00876220633